giovedì, settembre 10, 2009

Funerali di Stato

Ho capito che é stato l´uomo della televisione (ma non lo era anche Pippe Baude??)

Ho capito che Milano-Fininvest-Mediolanum-Berlusconi erano per lui, la sua vita e lui per loro una bandiera.

Ma qualcuno avrebbe la cortesia di spiegarmi perché fare dei funerali di Stato?? Che se poi sono di Stato mi stá a significare che anche io pago (in quanto contribuente) questo rito funebre...o no??

Certo fosse stato che ne só...uno statista, un martire della mafia, un magistrato che aveva combattuto Berlusconi mandandolo in galera....allora avrei capito l´importanza nazionale nel ricordo funebre.

Ma Mister Allegria rimane comunque un presentatore, che a suo merito é riuscito ad essere sempre presente sullo schermo (né piú ne´ meno del suo padrone) in tutti questi anni. Presenza economicamente ben ripagata, se consideriamo solamente il luogo in cui Mike ha detto addio alla vita terrena.

Comunque io non capisco perché lo Stato Italiano debba ormai considerarsi il Bagaglino del mondo....e domani tutti a parlare svedese!!!

4 commenti:

Fasomc ha detto...

sono d'accordo con te.,.

pochi giorni fa è morta Teresa Sarti, moglie di Gino Strada, nonchè presidentessa di Emergency..
..ma in quanti lo sanno??
quante cose ha fatto Emergency per il bene dell'umanità?
quante cose ha fatto la televendita del Rovagnati?

chi meriterebbe il Funerale di Stato?

AleDiablo ha detto...

Appunto!!

Qui ormai non si ha piú rispetto di nessuno né tanto meno si tiene conto di cosa hanno fatto le persone per l´umanitá.
Il nano al potere se n´é uscito che Mike é il modello a cui ogni italiano dovrebbe rivolgersi.

Ma vai a cagare alla grande!!

AleDiablo ha detto...

Aggiungo il commento espresso sul Fincancial Times dalla direttrice dell´Unitá:

“If [German chancellor] Angela Merkel was 72 and had parties with 20 young men with tattoos and muscles on the night of Obama’s election instead of being at the US embassy, what would happen?” asks Concita de Gregorio, editor of L’Unità, formerly the organ of the Italian Communist party and one of four newspapers being sued by the prime minister over several articles, one of which suggested he was impotent.

Italy, she explains, is different. On one level, people are numbed by 20 years of soap operas and more than 90 per cent of Italians do not read newspapers. What other country, she asks, would have given a state funeral to a television quiz master, as it did last weekend for 85-year-old Mike Bongiorno, a former Berlusconi cheerleader.

Fasomc ha detto...

aggiungo un'altra puntata alla discussione...


pochi giorni fa hanno iniziato a mandare la pubblicità di Wind con Mike (da intendersi gia nell'aldila) con su scritto su volonta della famiglia, come se fosse un ricordino da distribuire-.
e poi il top: la pubblicità di fiorello con il FIGLIO PICCOLO DI MIKE CHE PARLA CON UN MIKE CHE SI INTENDE GIA DEFUNTO O QUASI

ma dico che cavolo allora si sn messi d'accordo mesi prima come per fare una cosa telecomandata!

insomma quello che ci insegna questa famiglia è che bisogna macinare soldi anche da morti, che per carità è giusto per la Famiglia, ma non farlo diventare un valore di STATO...!!!


almeno potevano aspettare un anno dalla scomparsa...ci facevano piu figura


mah?